defangatore per caldaie

Defangatore per caldaia: a cosa serve e perché è importante

Non è scontato che tutti conoscano l’utilità  e il funzionamento di un defangatore per caldaia. Esso è un accessorio davvero prezioso, utile a filtrare tutte quelle impurità  che possono essere presenti all’interno dell’acqua utilizzata dall’impianto di riscaldamento casalingo.

A cosa serve defangatore per caldaia

All’interno dell’acqua infatti sono presenti numerose impurità, quasi sempre invisibili all’occhio umano e dunque spesso non tenute in considerazione dal generico utilizzatore di ogni caldaia. Questi residui, però, possono ostruire i tubi a lungo andare e compromettere anche in maniera severa e – in alcune occasioni – persino definitiva, il corretto funzionamento dell’impianto. Tutti conosciamo il calcare e quanto esso possa nuocere alle condutture idriche, non si tratta però certo dell’unico elemento che può danneggiare una caldaia.

defangatore per caldaie

Noti nemici di ogni caldaia

Oltre ad esso, infatti, sono noti anche altri nemici; elementi che possono compromettere in maniera più o meno severa il corretto funzionamento della caldaia. Un defangatore per caldaie serve proprio a combatterli. Nell’impianto possono infatti depositarsi sostanze ferrose o particelle di sabbia. Essi, depositandosi con l’utilizzo, possono creare problemi a scambiatore e pompa di circolazione; due componenti fondamentali per il corretto utilizzo della caldaia.

Per ottimizzare le prestazioni e prevenire sconsigliabili depositi di sostanze si può inserire nell’impianto un defangatore.

Come funziona un defangatore

Il defangatore è di fatto un filtro specifico. Esso libera l’acqua in circolo nell’impianto caldaia attraverso lo sfruttamento del principio fisico del magnetismo. Questo metodo di decantazione dei flussi interni vale all’elemento il nome di filtro defangatore magnetico, com’è nella sua dicitura corretta.

Nell’istante in cui l’acqua viene lasciata entrare in caldaia si crea un turbine per rallentarne il flusso; in tal maniera le microparticelle presenti all’interno del liquido si separano, depositandosi in basso. Un magnete a questo punto attrae a sé tutte le particelle ferrose, allontanandole dai tubi. Tutto il materiale di scarto viene accumulato in un vano apposito, detto camera di raccolta che va ripulito con frequenza. A tal proposito per questo è importante effettuare sempre la manutenzione ordinaria della caldaia. Al di sopra del magnete è posta una guaina protettiva ad hoc, facilmente rimovibile per agevolarne la pulizia.

Nella scelta del defangatore bisogna tenere presente sia quale sia la dimensione dell’impianto, sia le caratteristiche dell’acqua. I filtri si dividono in due grandi famiglie: quella dei defangatori grandi e quella dei compatti, anche noti con il nome di filtri small.

Se occorre un aiuto nel territorio di Roma e provincia si può consultare il sito www.caldaiegcs.it per ciò che concerne l’assistenza di caldaie di qualsiasi tipologia, marchio e modello.

CONDIVIDI :

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on reddit
Share on tumblr
Share on skype
Share on telegram
Share on whatsapp

ALTRE NOTIZIE DAL NOSTRO BLOG