CENTRO ASSISTENZA AUTORIZZATO MULTIMARCHE
Flussostato Caldaia
  • TECNICI DI ZONA
  • RIPARAZIONI ANCHE URGENTI
  • MANUTENZIONI E BOLLINO BLU
  • INSTALLAZIONI E SOSTITUZIONI

Flussostato Caldaia

Il flussostato caldaia, noto anche come flussostato sanitario, è un componente cruciale che gestisce l’accensione della caldaia in risposta alla richiesta di acqua calda. Capire il suo funzionamento è fondamentale per garantire il corretto operato dell’impianto termico domestico.

Abbiamo già trattato diverse componenti della caldaia come il bruciatore, lo scambiatore e così via. Ora tocca vedere anche come funziona il flussostato.

Che cos’è il flussostato

Quando apriamo il rubinetto per richiedere acqua calda, il flussostato caldaia entra in azione. Questo componente, attraverso il passaggio dell’acqua fredda, chiude un contatto elettrico che autorizza l’accensione della caldaia.

La sequenza continua con l’invio di corrente alla valvola del gas, che apre il condotto, e all’elettrodo che genera la scintilla. In questo modo, la fiamma sul bruciatore si accende, avviando il processo di riscaldamento dell’acqua.

Come funziona il flussostato

Il flussostato caldaia funziona come un interruttore con contatto aperto o chiuso, a seconda del flusso d’acqua che lo attraversa. Ecco alcune caratteristiche e dettagli importanti:

  • Soglia di Attivazione: Il flussostato ha una soglia precisa di attivazione e disattivazione. Se il flusso d’acqua non raggiunge un livello sufficiente, il contatto elettrico non si chiude e la caldaia non parte.
  • Materiali e Tipologie: I flussostati possono essere realizzati in plastica o ottone, a seconda del modello di caldaia. Ogni marca e modello può presentare una configurazione diversa.
  • Componenti Aggiuntivi: Oltre agli attacchi per l’ingresso e l’uscita dell’acqua fredda, alcuni flussostati possono avere un terzo attacco per collegamenti aggiuntivi, come il manometro.
flussostato caldaia

Problemi comuni del flussostato caldaia

I problemi che possono affliggere il flussostato caldaia includono:

  • Anomalie Elettriche: Malfunzionamenti dovuti a problemi di circuito o cortocircuiti.
  • Accumulo di Sedimenti: Calcare e sedimenti nell’impianto possono bloccare la ventolina o il magnete, impedendo la chiusura del contatto elettrico.
  • Bassa Pressione dell’Acqua: Se la pressione dell’acqua è insufficiente, il flussostato non attiva la caldaia.
  • Danneggiamenti Interni: Componenti elettronici interni possono deteriorarsi nel tempo, richiedendo la sostituzione del flussostato.

Come cambiare il flussostato della caldaia

La sostituzione del flussostato della caldaia è un’operazione relativamente semplice che richiede pochi passaggi:

  1. Preparazione: Prima di tutto, assicurarsi di spegnere l’alimentazione elettrica della caldaia, chiudere il gas e l’acqua in entrata. Indossare dispositivi di sicurezza adeguati come mascherina, occhiali protettivi e guanti.
  2. Svuotamento: Scaricare l’acqua residua dalla caldaia e proteggere l’elettronica con un telo per evitare danni.
  3. Identificazione e Rimozione: Trovare il flussostato, di solito situato sulla tubazione di ingresso dell’acqua fredda. Scollegare il cablaggio elettrico e svitare o sfilare il flussostato dal tubo.
  4. Installazione del Nuovo Flussostato: Installare il nuovo flussostato caldaia seguendo la procedura inversa. Collegare il nuovo componente al cablaggio e assicurarsi che sia saldamente fissato.
  5. Verifica e Riavvio: Ricollegare l’alimentazione elettrica, aprire il gas e l’acqua, quindi avviare la caldaia per verificare il corretto funzionamento.

Come pulire il flussostato caldaia

Pulire il flussostato caldaia è possibile in caso di accumuli di calcare, anche se non sempre risolve definitivamente il problema. Ecco come procedere:

  • Smontaggio: Rimuovere il flussostato come descritto sopra.
  • Pulizia: Utilizzare un utensile per rimuovere delicatamente calcare e sedimenti senza danneggiare i componenti elettronici.
  • Attenzione: Evitare l’uso di soluzioni acide che potrebbero danneggiare irreparabilmente il flussostato.

Il flussostato rimane una componente fondamentale

Il flussostato caldaia è un componente essenziale per il funzionamento della caldaia, garantendo che l’acqua venga riscaldata solo quando necessario.

Conoscere il suo funzionamento e saper affrontare i problemi comuni come malfunzionamenti e accumuli di calcare permette di mantenere efficiente e sicuro l’impianto termico domestico.

Assicurarsi di utilizzare sempre componenti compatibili e di seguire le procedure corrette per la manutenzione e la sostituzione è fondamentale per evitare inconvenienti e garantire il comfort della propria casa.

LE NOSTRE RECENSIONI
Giuseppe
Giuseppe
16 recensioni
Leggi Tutto
Il tecnico che mi hanno mandato, Marco, mi ha soddisfatto del servizio. Ha riparato la mia caldaia in modo efficiente e professionale. Lo consiglio vivamente!
Carlo
Carlo
2 recensioni
Leggi Tutto
Max è stato molto competente e preciso nel suo lavoro. Ha risolto il problema della mia caldaia Ariston in poco tempo e con prezzi competitivi. Ottimo servizio!
Laura
Laura
53 recensioni
Leggi Tutto
Ho contattato la ditta CaldaieGCS per un problema di blocco della mia caldaia e devo dire il tecnico Giuseppe che ha fatto un lavoro eccezionale. Ha trovato la causa del problema in poco tempo e ha risolto tutto in modo impeccabile. Lo consiglio senza dubbio!
Moreno
Moreno
8 recensioni
Leggi Tutto
Ho chiamato Marco per la manutenzione della caldaia annuale e sono rimasto colpito dalla sua professionalità e cortesia. Ha fatto un lavoro eccellente e ha spiegato tutto in modo chiaro e dettagliato. Fatto anche bollino blu. Consigliatissimo!
Federica
Federica
89 recensioni
Leggi Tutto
Voglio ringraziare Alessandro per il suo ottimo servizio. Ha fatto l'installazione della nuova caldaia in modo professionale e ha fatto un lavoro pulito e preciso. Lo raccomando vivamente!